Giudizio Freestyle

In tutte le organizzazioni esistenti, il giudizio di una routine di freestyle è dato dalla somma dei punteggi assegnati al cane, uomo e team ed un catch ratio che per alcuni sistemi viene pesato in base alla soggettiva interpretazione di difficoltà di lanci, mentre per altri sistemi viene utilizzato solo come indicatore per i giudici delle varie categorie e per gli spareggi.

Nel cane generalmente vengono valutate le capacità di salto, di coordinazione, di motivazione, di concentrazione, di prendere dischi con diverse traiettorie e tipi di rotazione.

Nell’uomo, sempre in linea generale, vengono valutate le capacità atletiche e di effettuare tipi di lanci diversi e la difficoltà dei lanci stessi.

Nel team, sempre con qualche sfumatura fra i diversi regolamenti, si valuta la comunicazione del binomio, la fluidità della routine, la gestione dei dischi, la gestione del campo, l’assenza di interruzioni nel gioco.

Il tutto è piuttosto complesso e soprattutto lascia ampio spazio alle diverse interpretazioni ed applicazioni del regolamento, anche se ad onor del vero è sempre il miglior team in campo ad aggiudicarsi il punteggio migliore. Volendo però pensare ad un sistema assolutamente oggettivo, di modo che due gare giudicate da giudici diversi siano equiparabili, abbiamo dovuto semplificare fino all’estremo questi concetti fino a portarli a dei semplici conteggi matematici.

Per il cane abbiamo deciso di dare un punteggio conteggiando il numero di figure diverse che vengono eseguite nella routine. Per figure si intendono tricks (over, vault, flip, dog catch..) e movimenti (around the world, zig zag, passing..).

Penalità Trick (un trick eseguito in modo approssimativo non verrà conteggiato)

Penalità di Sicurezza:  Se durante la routine il giocatore mette a repentaglio la sicurezza del cane in modo evidente, verrà contata una penalità per gioco non sicuro per la salute del cane. La penalità di sicurezza (safety) sarà concordata ad insindacabile giudizio dei giudici e l’head judge ne darà comunicazione al giocatore al termine della routine.

I vaults (le figure in cui viene usato il corpo del conduttore come piattaforma di lancio) dovrebbero essere ridotti al minimo e comunque dovranno essere sempre eseguiti in maniera controllata e sicura.

Esempio: in una routine un cane esegue due over the leg (il secondo non viene conteggiato) un back vault, un leg vault, un flip, un dog catch, un foot stall, un around the world ed un passing; totale figure diverse: 8.

FIGURE: Si descrivono di seguito i requisiti di esecuzione di alcune delle figure del freestyle per essere considerate valide e conteggiate dai giudici.

Passing: lanci consecutivi che permettono al cane di passare vicino al giocatore almeno due volte lungo una linea retta.

Zig Zag: Almeno tre lanci consecutivi nei quali il cane prende i dischi facendo uno Zig Zag di fronte, di fianco o dietro al giocatore. La figura non viene conteggiata se la traiettoria del cane durante lo Zig Zag non è rettilinea (il cane si avvicina al conduttore per poi allontanarsi al momento del lancio).

Around the World: almeno tre lanci consecutivi che fanno eseguire al cane un cerchio completo ad una distanza minima di 2 metri intorno al giocatore.

Through: lancio in cui il cane esegue un passaggio tra le gambe del giocatore. La figura sarà conteggiata se il cane prima del Through si trova ad almeno 2 metri dal giocatore, dimostrando l’intenzionalità del passaggio tra le gambe.

Per l’uomo abbiamo deciso di dare un punteggio conteggiando il numero di lanci diversi che vengono eseguiti.

Penalità Throw (un lancio eseguito in modo approssimativo non verrà conteggiato)

Penalità Flow per Interruzioni di gioco (in generale per tutte quelle pause durante la routine che ne pregiudicano la fluidità in modo consistente)

Penalità Flow per cattiva gestione dei dischi (in generale una gestione dei dischi durante la routine che ne pregiudicano la fluidità in modo consistente. Ad esempio: correre a recuperare un disco avendone ancora da lanciare uno o più in mano)  

Vengono considerati “lanci” solo i rilasci che facciano correre il cane per inseguire e prendere il disco.

Esempio: nella stessa routine usata nell’esempio precedente per il cane, l’uomo esegue un air bounce, un backhand dietro la schiena, due backhand sotto la gamba destra (il secondo non viene conteggiato) un sidearm sotto la gamba sinistra, un hammer a media distanza, un hammer a corta distanza (il secondo non viene conteggiato) ed uno skip per il gran finale; totale lanci diversi: 6.

Per il team abbiamo deciso di utilizzare molto banalmente il catch ratio, ovvero la percentuale di prese sul numero di rilasci effettuati durante la routine, dove per rilasci si intende tutte le volte che il disco esce dalla mano dell’uomo.

Esempio: sempre nella stessa routine, su 25 rilasci effettuati il cane effettua 21 prese; totale prese: 21, totale rilasci: 25.

Per il punteggio totale, al fine di evitare che una routine da 25 rilasci con le stesse percentuali di lanci, figure e prese valesse quanto una routine da 5 lanci, abbiamo inserito un moltiplicatore basato sul numero di lanci preattesi. La somma del punteggio dell’uomo sommata a quello del cane e del team, viene quindi moltiplicata per il coefficiente calcolato come il numero di lanci effettuati diviso il numero di lanci preattesi, di modo che il punteggio di una routine con un numero di lanci inferiore al numero di lanci preattesi scenda mentre il punteggio di una routine con un numero di lanci superiore al numero di lanci preattesi salga.

Siamo certi che questa nuova visione possa non piacere o addirittura sembrare una brutale sterilizzazione della magia del freestyle, e ancor peggio che possa dare l’impressione che questo sistema non possa funzionare, specialmente se si pensa alle aberrazioni che si potrebbero verificare nel caso in cui i team inizino a preparare routine ad-hoc per vincere in questo formato di gara. Vi preghiamo di attendere ancora qualche minuto prima di esprimere un giudizio e di leggere il prossimo capitolo di domande e risposte, formulate dagli esperti del settore ai quali abbiamo chiesto una prima opinione su questa nuova idea, in modo da poterci permettere di spiegarvi perché secondo noi questo sistema funziona.